Cosa facciamo

IL NOSTRO METODO

 Il nostro  Progetto è finalizzato a soddisfare  le esigenze di ciascun bambino e a favorire un  dialogo costante tra educatrici e genitori, per accompagnare il naturale processo di crescita di ogni bambino in armonia con i valori educativi  della famiglia.

I nostri obiettivi: favorire un sano ed armonico sviluppo psico-fisico; promuovere  l’identità del bambino; promuovere l’autonomia; educare alla socialità; educare alla consapevolezza ed al rispetto della diversità.

Progettare con le emozioni è la nostra strategia educativa, una modalità di pensiero che ci accompagna in ogni momento, in ogni nostra relazione a livello lavorativo, con i genitori, con i bambini, con le colleghe E’ dalla relazione tra educatrice e bambino che nasce il progetto e, stando nella relazione l’educatrice riconosce l’emozione e la accoglie senza giudicare.  Il Progetto infatti propone la realizzazione di un sistema  relazionale dove la reciprocità è considerata un valore essenziale in cui il bambino scopre se stesso attraverso gli altri: coetanei e adulti.

Grazie alle esperienze maturate negli Asili nido abbiamo sperimentato l’efficacia  della Programmazione per Sfondo Integratore (A.Canevaro P.Zanelli) perchè facilita e motiva i bambini all’apprendimento. Lo sfondo integratore narrativo è infatti  caratterizzato da un trama narrativa fantastica  (una fiaba,un personaggio) nella quale i bambini trovano il significato delle esperienze e delle conoscenze. Nelle spementazioni da noi condotte,  abbiamo potuto constatare che il “Fantastico” assume un ruolo determinante nello sviluppo della personalità perchè permette al bambino di rielaborare il proprio mondo interiore; il materiale fantastico ha un’importanza pedagogica fondamentale soprattutto per il suo potere relazionale, ossia il potere di unire,mediare dialetticamente più elementi: il reale al simbolico. Scelto il “soggetto” che definisce lo sfondo integratore si procede con la costruzione del burattino che diventa il protagonista del racconto fantastico e che coinciderà con il soggetto dello sfondo narrativo. Il burattino-protagonista   utilizzato nel laboratorio di drammatizzazione ,offre la possibilità di realizzare un personaggio vivo, che parla, si muove, danza, racconta, sollecita i poteri immaginativi ed apre la la strada alle funzioni di ruolo; il mettersi nei panni degli altri decentra la propria personalità e favorisce il superamento dell’egocentrismo. Infatti attraverso le caratteristiche simboliche del burattino, si possono affrontare tematiche significative come la capacità di auto-controllare l’aggressività, l’apprendimento e l’accettazione delle regole morali, scaricare tensioni e conflitti, conoscere ,comunicare e socializzare

Partecipazione attiva dei genitori alla vita del nido

Nel favorire la partecipazione attiva dei genitori alla vita del nido, il progetto che proponiamo prevede la possibilità di coinvolgere i genitori nel laboratorio Espressivo-Simbolico- attraverso uno specifico “spazio-musicale e teatrale ” che vede gli stessi genitori impegnati in un percorso ludico  formativo.Il nostro progetto riconosce la funzione educativa della drammatizzazione e sulla base di tale funzione,  nella programmazione, viene inserito il laboratorio con genitori che segue parallelamente la storia dei personaggi-burattini. Il percorso ludico con i genitori  è infatti finalizzato alla conoscenza dei contenuti educativi,  da trasmettere ai bambini,  attraverso i personaggi del racconto “fantastico”.La partecipazione delle famiglie è  parte integrante del nostro progetto educativo: riteniamo importante creare una rete di relazioni intense che promuovono il coinvolgimento attivo dei genitori nella vita del nido, che deve diventare un luogo di benessere per tutti i soggetti coinvolti.  Ciò che si vuole promuovere è la costruzione di un  rapporto costante, una continuità educativa tra nido e famiglia.

 

Subscribe to Our Newsletter